Claudio Mazzi ha incominciato l'attività di aerografista nel 1985 dopo aver conseguito il titolo di "maestro d'arte" in grafica e fotografia.

Il maestro dipinge oggetti per collezionisti privati e grandi aziende di diversi settori, ed è conosciuto anche per le numerose illustrazioni realizzate per Maserati Auto (calendari e poster), Ducati Motors (per diversi anni è stato l'artista ufficiale), bici Colnago/Ferrari (decorazioni di telai in carbonio dedicati alla Ferrari), Scooters Malaguti (decorazione di una collezione di 5000 scooters), Citroen Italia(decorazione di numerose auto). Tra le sue realizzazioni preferite vi sono i dipinti su preziosi coltelli da collezione e su penne Visconti che gli hanno procurato numerosi premi e l'interesse di stampa e televisioni. Da non dimenticare i numerosi personaggi che hanno utilizzato oggetti dipinti da Mazzi, da Sceicchi Arabi al Presidente del Guatemala, da piloti come Troy Corser e Carl Fogarty a Loris Capirossi. Tra gli ultimi prestigiosi lavori sono da evidenziare le penne Visconti dipinte per il Principe Carlo d'Inghilterra, il Principe Emanuele Filiberto di Savoia, per la Famiglia Reale del Bahrain e per il Re ed i Principi d'Arabia.

 

"Io dipingo oggetti. Decoro ciò che riteniamo prezioso, quelle cose che riempiono di piacere la nostra vita. Dipingo ciò che amiamo collezionare, quello che ci piace usare e mostrare. Con il mio aerografo trasformo un oggetto importante in un oggetto unico, nel dono più personale che si possa dedicare a chi si ama. Ho impegnato gran parte della mia vita ad affinare questa tecnica, a rendere la mia attività artistica una intensa esperienza creativa che si esprime attraverso la miniatura e l'alta aerografia. Il risultato di questa mia esperienza si manifesta nella passione di chi colleziona i miei oggetti, siano penne, accendini o coltelli tutti ugualmente importanti per me, perchè ogni singolo pezzo è per me unico come per chi lo riceve."

 

fonte: claudiomazzi.com


1996

Durante una importante manifestazione dedicata ai motori, Claudio Mazzi incontra casualmente il Presidente della Zippo Italia, il quale ha occasione di vedere ed apprezzare i lavori del Maestro. Insieme decidono di intraprendere l'avventura "Zippo by Mazzi".

Dopo aver testato alcuni pezzi sul pubblico compare per la prima volta sul catalogo italiano una collezione di Zippo by Mazzi. Sempre nel 1996, a Bradford, si tiene il primo Zippo Swap Meet, durante l'asta alcuni tra i primi Zippo dipinti dal Maestro vengono battuti a cifre record. In seguito il neonato museo Zippo in Pennsilvanya ospita uno spazio dedicato a Mazzi.

2000

Il 2000 è un anno decisivo: la Zippo Manufacturing Company invita l'artista allo Swap Meet a Bradford e, durante le dimostrazioni dal vivo, collezionisti di tutto il mondo hanno modo di apprezzare le sue opere.

2001

Nasce lo Zippo Club Italia e gli Zippo by Mazzi diventano gli accendini ufficiali riservati ai soci del Club.

2006

Claudio Mazzi firma un accordo con la Zippo Manufacturing Company per la realizzazione di dipinti originali da stampare con la tecnica "Pad Print".

I nuovi Zippo by Mazzi stampati sono distribuiti con successo in tutto il mondo!

2008

Dal gennaio Zippo Club Italia inizia la distribuzione delle collezioni Zippo by Mazzi ed oggi i collezionisti possono acquistare i nuovi accendini dipinti iscrivendosi al Club.

Sempre dal 2008 gli Zippo by Mazzi sono caratterizzati dal logo "Zippo Certified Product" stampato sul retro.

Questo marchio garantisce l'originalità del prodotto rispetto alle imitazioni, e l'autorizzazione, in Casa Madre, dell'utilizzo del Marchio Zippo.